Contenuto principale

Messaggio di avviso

DONSAH

“Avete la fortuna di poter studiare. Fatelo impegnandovi sempre, in ogni materia. Anche per un calciatore è importante aver studiato, perché poi, come a scuola, devi essere attento e concentrato anche quando devi trasferire sul campo i concetti dell’allenatore”.

Non capita tutti i giorni di avere la possibilità di interagire con un calciatore di Serie A, ascoltare la sua storia, il racconto dell’infanzia, dei sacrifici, dei momenti più belli ma anche di quelli più difficili, e raccogliere consigli e suggerimenti che vanno anche al di là del calcio.

Lo hanno fatto il 13 maggio scorso più di 100 studenti del Liceo Sportivo di Camerino, che hanno incontrato in videoconferenza Godfred Donsah, professione calciatore del Bologna e della Nazionale del Ghana, nell’ultima stagione in prestito in Belgio con la maglia del Cercle Brugge. 

L’incontro online, organizzato in collaborazione con l’agente di Godfred, Silvio Pagliari, e la sua agenzia (Player Management) e svoltosi tramite la piattaforma Google Meet con la partecipazione del Preside e del Prof. Ivo Pagliari, aveva l’obiettivo di rappresentare un’ulteriore testimonianza delle immense possibilità dello sport, per la crescita individuale, umana e professionale dei giovani.

Ebbene, la testimonianza di Godfred è una storia incredibile, raccontata in maniera intima, sentita, a cuore aperto. Un racconto che inizia da un villaggio povero in Ghana. Da dove suo padre partì a piedi, attraversando il deserto della Libia per arrivare in Italia da migrante, sperando di trovare un lavoro e un futuro migliore. Un’avventura che parte da quando Godfred è un bambino, che trascorre intere giornate a giocare scalzo con i suoi amici sui campi polverosi con l’unico pallone a disposizione, senza scarpe, con qualche calzino in più per attenuare le insidie tutt’altro che piacevoli del terreno. Una storia che fa tappa in Italia, dove Godfred si mette in luce tra Palermo, Verona, Cagliari, Bologna, diventando un calciatore professionista, coronando un sogno che parte da lontano e trovando anche la possibilità di riabbracciare suo padre dopo 8 anni in una reunion commovente. 

Donsah, 24 anni nel prossimo mese di giugno, ha all’attivo più di 100 presenze nei massimi campionati italiano e belga ed ha vestito a più riprese la maglia della rappresentativa del suo Paese, sia con l’Under 20 (nei Mondiali in Nuova Zelanda) che la con la Nazionale Maggiore.

La chiacchierata si è protratta per più di un’ora, ben oltre la durata inizialmente prevista, grazie alla disponibilità ed alla loquacità di Godfred e alla curiosità degli studenti che hanno seguito con grande partecipazione tutto l’incontro.  


Nella foto: Donsah con la maglia del Bologna, in una partita di seria A allo stadio comunale Renato Dall'Ara di Bologna