Contenuto principale

Messaggio di avviso

1 1

Ci vuole Costanza copertina

Continua l'attività del giornalino d'Istituto "Ci vuole Costanza". Così come non si sono fermate le lezioni curricolari, trasformatesi in attività a distanza, la stessa cosa è accaduta per diversi progetti di ampliamento dell'offerta formativa che stanno proseguendo con lo stesso impegno di prima, ma con modalità diverse. La redazione continua dunque a riunirsi, in modalità telematica, e sta preparando la seconda uscita dell'anno che sarà esclusivamente online.
Una prima anticipazione dalla redazione: la progettazione del numero era già stata avviata, il tema deciso era "i colori"... oggi riguardiamo tutto il numero, ripensando alla situazione che viviamo attualmente, ma sempre "a modo nostro".
A breve vi daremo ulteriori notizie su come sta procedendo il lavoro.

RAI SCUOLA


La Ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, e l’Amministratore delegato della Rai, Fabrizio Salini, hanno siglato il 24 marzo una carta d’intenti che rafforza l’impegno della Rai sul fronte della programmazione e degli spazi dedicati alla scuola. In particolare, RaiPlay e Rai Scuola, aderiscono alla campagna #LaScuolaNonSiFerma, lanciata dal Ministero dell’Istruzione per raccontare esperienze di didattica a distanza, nelle sue diverse forme, e le storie di docenti, dirigenti, personale, studenti, famiglie, di quanti, pur in piena emergenza, stanno lavorando per far sì che non si perda il contatto fra la scuola e i propri alunni e studenti.

RaiPlay offrirà sulla propria piattaforma, con più di 15 milioni di utenti registrati, accurate playlist tematiche, selezioni di contenuti di qualità utilizzabili da parte di insegnanti e studenti per arricchire l’esperienza della didattica a distanza, ma anche come forma di intrattenimento di alto livello per ragazzi e famiglie. I contenuti saranno accessibili nella sezione Learning e saranno riconoscibili attraverso il titolo, che riprende l’hashtag della campagna ministeriale, #LaScuolaNonSiFerma.

Le playlist avranno contenuti sempre aggiornati, saranno organizzate per temi e discipline e copriranno tutte le fasce d’età, dai bambini della scuola dell’infanzia, ai ragazzi della secondaria di secondo grado. Le diverse sezioni saranno promosse anche sui social di RaiPlay, in modo da poter essere condivise dagli insegnanti con il gruppo-classe e con le famiglie. Anche i social del Ministero rilanceranno le playlist, in modo da favorirne la massima diffusione.

Per gli studenti delle scuole di secondo grado, la prima collezione proposta riguarderà gli scrittori contemporanei, riflettori accesi, dunque, su personaggi come Gianni Rodari, Fernanda Pivano, Alda Merini, Philip K. Dick, Luis Sepúlveda, Fruttero e Lucentini, Umberto Eco, Primo Levi, Andrea Camilleri, Amos Oz, Alberto Moravia, Oriana Fallaci, Pier Paolo Pasolini, Daniel Pennac, fino ad alcuni dei più recenti Premi Strega, Antonio Scurati e Edoardo Albinati.

Sempre per #LaScuolaNonSiFerma, RaiPlay ospiterà cinque eventi dal titolo “RaiPlayIncontra”, con intellettuali, storici, artisti, scrittori che terranno sui social una lezione inedita. Un grande tema verrà sviluppato e raccontato, i ragazzi potranno inviare domande, alcune delle quali, saranno oggetto di una pillola video di riposta da parte del ‘maestro’ di turno.

Potenziata anche l’offerta di Rai Cultura e Rai Scuola con speciali, approfondimenti, vere e proprie lezioni, ma anche uno spazio per sostenere le iniziative culturali sul territorio in questo periodo di emergenza, sul proprio portale web.

Lo Speciale “Scuola 2020” (www.raicultura.it/speciali/scuola2020/) offre un’ampia scelta di risorse utili come strumenti di supporto alla didattica, allo studio e alla ricerca catalogate per disciplina. Lo Speciale è già segnalato dal Ministero tra i materiali multimediali per supportare le scuole. Si aggiunge il tutorial “Scuol@Casa”, in 10 puntate, con i consigli di Gino Roncaglia, docente universitario esperto di uso della Rete e delle nuove tecnologie per la didattica e l’apprendimento che da oggi diventa anche un appuntamento quotidiano: ogni mattina sul sito e sui social di Rai Cultura ci sarà “Scuola@Casa News”, con informazioni, consigli, segnalazioni di appuntamenti, risorse e contenuti utili a scuole, insegnanti, studenti e famiglie per facilitare il lavoro di didattica a distanza nell’emergenza coronavirus. Prosegue, inoltre, la campagna social “La cultura a casa tua”, lanciata sugli account Facebook, Twitter e Instagram di Rai Cultura (Rai Cultura in primis, Rai5, Rai Storia, Rai Scuola) con la quale si mettono a disposizione degli utenti link ad articoli, approfondimenti, programmi culturali della Rai visibili in Rete in questo momento d’emergenza.

Riceviamo e pubblichiamo, di Grazia Pia Attolini, un articolo pubblicato sul sito dell'associazione "Ossigeno per l'Informazione", relativo a una video conferenza tenuta il 20 marzo scorso per le classi 1^Liceo Classico e 2^A/B Scienze Umane nell'ambito del progetto "Cittadinanza Attiva" finanziato dal Ministero dell'Istruzione.

ossigeno informazione

Camerino. Video lezione Ossigeno a studenti Liceo

di Grazia Pia Attolini

Sul diritto di ricevere informazioni e sul valore sociale del giornalismo, per il progetto “Cittadinanza Attiva”. Una testimonianza di Marilena Natale. Il ricordo di Ilaria Alpi.
Ossigeno ha tenuto da Roma una speciale lezione sulla libertà di informazione, in collegamento video con circa cinquanta studentesse e studenti dei Licei “Costanza Varano” di Camerino nell’ambito del progetto ministeriale “Cittadinanza Attiva”.
Era stato programmato un incontro a Camerino con le varie classi. L’emergenza sanitaria lo ha trasformato in una conferenza inedita sul giornalismo inteso come diritto e “guardiano della democrazia”, come ha sottolineato il segretario generale di Ossigeno, Giuseppe Federico Mennella nell’introduzione ai temi della giornata.
Per Ossigeno, hanno parlato Raffaella della Morte, Grazia Pia Attolini e Marta Ramadori. Attraverso le domande degli studenti, hanno illustrato la peculiare attività dell’Osservatorio italiano sulle minacce ai giornalisti e sulle notizie oscurate con la violenza, fornendo dati sulle minacce rilevate e raccontando episodi esemplificativi di come l’attività di monitoraggio ha contribuito a rompere l’isolamento dei cronisti sotto tiro e li ha aiutati a resistere a violenze, abusi e prepotenze.
La giornalista Marilena Natale è stata l’ospite d’onore e ha dato una emozionante testimonianza della sua vita e delle difficoltà e dei rischi che il suo lavoro comporta. Marilena Natale, che svolge la sua attività in provincia di Caserta, dal 2017 vive sotto scorta, protetta dalle forze dell’ordine, a causa delle minacce di morte che ha ricevuto per avere pubblicato in esclusiva notizie e inchieste con le quali ha messo in luce gli affari illeciti della camorra e gli intrecci d’interessi fra camorristi, politici e imprenditori per lo smaltimento illecito dei rifiuti.
Per la sua attività e il suo coraggio, Marilena ha ricevuto molti riconoscimenti e molte attestazioni di solidarietà. Ma, ha detto ai liceali di Camerino, “la prima volta che mi sono sentita veramente riconosciuta e protetta è stato quando ho ricevuto una chiamata di Alberto Spampinato, il direttore di Ossigeno per l’informazione. Ricordate sempre che lealtà, onestà, rispetto delle regole sono i valori importanti su cui tutti dobbiamo fondare sempre le nostre azioni, a partire dai banchi di scuola”.
L’incontro si è svolto nel giorno in cui ricorre l’anniversario della morte della giornalista del Tg3 Ilaria Alpi e dell’operatore Miran Hrovatin, uccisi a Mogadiscio, in Somalia, il 20 marzo 1994. I rappresentanti di Ossigeno hanno ricordato la tragica vicenda, per la quale, dopo 26 anni non è stata ancora fatta giustizia. Come per altri giornalisti italiani uccisi a causa del loro lavoro. È importante, hanno detto, conoscere queste storie e coltivare la memoria di ognuno dei 28 cronisti uccisi mentre svolgevano il loro lavoro, che Ossigeno ricorda con un pannello murale che appena possibile sarà consegnato anche ai Licei di Camerino.

GPA e RDM

io resto a casa
Nuove restrizioni in tutta Italia per contrastare e contenere il diffondersi del virus Covid-19 sono state adottate venerdì 20 marzo e domenica 22 marzo con due diverse ordinanze firmate dal Ministro della Salute, Roberto Speranza. 

Di seguito le misure stabilite nell'ordinanza del 20 marzo:

  • è vietato l’accesso del pubblico ai parchi, alle ville, alle aree gioco e ai giardini pubblici;
  • non è consentito svolgere attività ludica o ricreativa all’aperto; resta consentito svolgere individualmente attività motoria in prossimità della propria abitazione, purché comunque nel rispetto della distanza di almeno un metro da ogni altra persona;
  • sono chiusi gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, posti all’interno delle stazioni ferroviarie e lacustri, nonché nelle aree di servizio e rifornimento carburante, con esclusione di quelli situati lungo le autostrade, che possono vendere solo prodotti da asporto da consumarsi al di fuori dei locali;
  • restano aperti quelli siti negli ospedali e negli aeroporti, con obbligo di assicurare in ogni caso il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro;
  • nei giorni festivi e prefestivi, nonché in quegli altri che immediatamente precedono o seguono tali giorni, è vietato ogni spostamento verso abitazioni diverse da quella principale, comprese le seconde case utilizzate per vacanza.

Nell'ordinanza del 22 marzo si dispone il divieto a tutte le persone fisiche di trasferirsi o spostarsi con mezzi di trasporto pubblici o privati in comune diverso da quello in cui si trovano, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute.

In allegato i due testi.

Invito tutta la comunità scolastica a rispettare queste regole.

Camerino, 22 marzo 2020

Il Dirigente Scolastico
prof. Francesco Rosati

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (Ordinanza Ministero Salute.pdf)Ordinanza Ministero Salute.pdf153 kB
Scarica questo file (ordinanza-comuni.pdf)ordinanza-comuni.pdf235 kB