Contenuto principale

Messaggio di avviso

POR MARCHE
I Licei di Camerino hanno partecipato, in qualità di istituto capofila di una rete di scuole dell’ambito territoriale n°8, all’Avviso Pubblico “Progetti territoriali di orientamento” emanato dalla Regione Marche con risorse del Fondo Sociale Europeo 2014/2020. Sono stati ammessi a finanziamento 15 progetti, con la finalità di migliorare i sistemi di orientamento. Dare un’informazione di qualità, mirata ai giovani alle prese con la scelta della scuola, di un corso di formazione professionale o di un percorso universitario rappresenta un impegno della Regione Marche, che considera tale ambito di fondamentale importanza per sostenere adeguatamente i processi di sviluppo e decisionali delle persone. Sostenere le politiche in tema di orientamento aiuterà infatti a prevenire e fronteggiare fenomeni di precoce abbandono scolastico e formativo, oltre che a sostenere l’occupabilità dei giovani. Gli Organi Collegiali dei Licei di Camerino avevano accolto nei mesi scorsi la proposta del Dirigente Scolastico di partecipare a questo Avviso, considerata la validità e l’importanza dell’iniziativa in chiave di orientamento sia informativo che formativo. Il 25 novembre scorso la Regione Marche ha pubblicato la graduatoria dei Progetti di Orientamento Territoriale; il progetto presentato dei Licei di Camerino è stato valutato positivamente con un punteggio di 100 su 100 e verrà finanziato con 100.000 euro. In linea con gli obiettivi dell’Avviso pubblico regionale, il progetto dei Licei di Camerino intende rafforzare la cooperazione tra le scuole secondarie di primo e secondo grado di Camerino, Caldarola, Castelraimondo, Colmurano, Matelica, Pieve Torina, San Ginesio, San Severino Marche, Sarnano, Tolentino in materia di orientamento. In particolare, le azioni agiranno sulle condizioni facilitanti la prosecuzione del percorso di studi e sullo sviluppo delle capacità di orientamento lavorativo. Sono previsti corsi di formazione rivolti ai futuri docenti orientatori, azioni di accompagnamento alle famiglie, attività laboratoriali con l’uso della piattaforma SORPRENDO, open day, seminari e incontri orientativi di sensibilizzazione, visite di studio, percorsi di sostegno alle competenze di base e trasversali, predisposizione di un sito che comprenda tutta l’offerta formativa regionale, e l’organizzazione di un evento di orientamento finale.