Contenuto principale

Messaggio di avviso

EVENTO 1 MIUR
I Licei di Camerino sono stati invitati dal MIUR a presentare il progetto “Approfondimento delle discipline base di Inglese, Matematica e Scienze naturali”, nel corso dell’evento annuale sui PON FSE Scuola organizzato presso la sede di Viale Trastevere a Roma lo scorso 13 dicembre. Una delegazione dell’Istituto, rappresentata dal Preside e da alcuni docenti ed alunni, ha illustrato il modulo di scienze dell’articolato progetto, “Analisi delle qualità delle acque dei fiumi Chienti e Potenza nei dintorni di Camerino”, realizzato grazie ai Fondi Strutturali Europei 2014-2020.

Gli studenti di 5 scuole italiane, compreso il Liceo di Camerino, si sono trasformati per un anno in professionisti della sostenibilità: i progetti premiati, tutti caratterizzati da una valenza green, sono stati molto apprezzati dalla Vice Ministra Anna Ascani, che ha introdotto la giornata. Le risorse messe a disposizione -ha sottolineato la Ascani- hanno permesso di potenziare le competenze dei ragazzi, di contrastare la dispersione scolastica, di promuovere l’inclusione, di migliorare gli ambienti di apprendimento. Attraverso questo programma (PON Scuola 2014-2020) siamo riusciti a rafforzare la missione educativa del sistema scolastico, agendo strategicamente nelle realtà più svantaggiate e valorizzando le eccellenze. I risultati sono straordinari: lo dimostrano i lavori sulla sostenibilità presentati oggi al MIUR. Sono dunque intervenute il Capo Dipartimento per il Sistema Educativo di Istruzione e Formazione Carmela Palumbo e la Dirigente dell’Autorità di Gestione dei PON Alessandra Augusto che hanno tracciato un quadro dei fondi sin qui erogati e dei progetti finanziati, che hanno riguardato la quasi totalità delle scuole italiane, anticipando alcuni punti della nuova programmazione 2021-2027.

Il progetto dei Licei di Camerino ha riguardato lo studio dello stato di salute dei fiumi Chienti e Potenza; dopo una prima fase teorica svolta in aula, il progetto ha previsto una fase laboratoriale, con l’effettuazione di prelievi e campionamenti nei siti di indagine per indagare la salute delle acque dal punto di vista ecologico. I liceali hanno effettuato dunque una serie di prelievi prima presso il fiume Chienti, in località Pontelatrave, e poi presso il fiume Potenza, nel comune di Castelraimondo, per determinare le concentrazioni di fosfati, nitrati, nitriti, azoto ammoniacale e solfati e per studiare il BOD e il COD, nonché la copertura di macroinvertebrati, macrofite, microfite, coliformi fecali e streptococchi fecali, tipici bioindicatori ambientali. I ragazzi si sono dedicati successivamente alle analisi chimico-biologiche, in parte effettuate presso il nuovissimo laboratorio di scienze del Liceo, appoggiandosi poi presso laboratori esterni specializzati, compresi quelli dell’Università di Camerino. Alla fine del percorso didattico gli studenti hanno rielaborato i dati ottenuti ed hanno prodotto una relazione finale, un poster scientifico e, sotto la supervisione della dott.ssa Egizia Marzocco responsabile dell'Area Comunicazione di Unicam, un video che è stato presentato nella sede del Ministero a Roma suscitando il vivo interesse di tutti i presenti. Hanno coordinato il progetto le docenti di scienze Silvia Aquili, Rosanna Bentivoglia, Roberta Massimiliani e Elisa Vincenti Gatti; le classi coinvolte sono state la 2^A e la 2^B scientifico, la 2^A linguistico, la 3^A linguistico e la 2^A scienze umane. All’evento finale hanno partecipato e relazionato gli alunni Francesco Ciccarelli, Stefano Chiavoni e Edoardo Pettinari.
Qui sotto alcuni scatti realizzati durante la giornata e il video del progetto presentato nella sede del MIUR a Roma.