Contenuto principale

Messaggio di avviso

polo
 

Carissimi Studenti,

da lunedì 14 settembre si ritorna finalmente a scuola.

L’emergenza epidemiologica da COVID-19 e la conseguente sospensione delle attività didattiche per più di tre mesi hanno comportato l’adozione della “didattica a distanza”, fondamentale per garantire il diritto costituzionale all’istruzione ed essenziale per non interrompere il vostro percorso di apprendimento.

Ora è il tempo di ridare vita alla comunità di classe e di scuola, risvegliare quel senso di appartenenza, forse sopito in tanti mesi di lontananza, e fugare il rischio di isolamento e demotivazione che ha interessato qualcuno di voi. 

Se da un lato la didattica a distanza ha accresciuto le competenze “digitali” di insegnanti e allievi, una straordinaria operazione di alfabetizzazione sulle T.I.C. (Tecnologie per l'Informazione e la Comunicazione), dall’altro ci ha fatto comprendere ancora più a fondo l’importanza della didattica in presenza, un bene insostituibile ed irrinunciabile per un sistema scolastico che voglia non solo istruire, ma anche e soprattutto educare e formare cittadini maturi e consapevoli. 

L’avvio in presenza del nuovo anno scolastico rappresenta per l’intera comunità educante una sfida essenziale per la ripresa del Paese: “Ne va della possibilità per le giovani generazioni di avere un futuro migliore e contribuire a un futuro migliore”, ha detto il Presidente della Repubblica Mattarella il 31 luglio scorso. Dalla ripartenza del sistema scolastico si valuterà insomma la capacità di ripresa dell’Italia. L’avvio del nuovo anno scolastico deve dunque essere accompagnato dall’esercizio del senso di responsabilità da parte dei diversi attori della comunità educante, ognuno per la parte di propria competenza, affinché non venga meno il diritto all’istruzione e di conseguenza il necessario supporto alle famiglie.

La situazione di contagio da virus SARS-CoV-2 richiede l‘adozione di particolari attenzioni per la tutela della salute di tutti, nella consapevolezza che la ripresa di attività di interazione in ambito scolastico, seppur controllata, non consentirà di azzerare il rischio di contagio. Il rischio di diffusione del virus va ridotto al minimo, attraverso l’osservanza delle misure di precauzione e sicurezza che vi verranno illustrate in classe e che saranno pubblicate da oggi nel sito della scuola. L’alleanza tra scuola e famiglia costituisce un elemento centrale nella strategia del contenimento del contagio. I comportamenti corretti di prevenzione saranno tanto più efficaci quanto più rigorosamente adottati da tutti, in un clima di consapevole serenità e di reciproco rispetto, fondato sul dialogo e sulla condivisione degli obiettivi di tutela della salute e di garanzia dell’offerta formativa per tutti i protagonisti della vita scolastica.

Alla luce di questo nuovo scenario sono stati aggiornati due importanti documenti: 

Voglio infine esprimere un ringraziamento alla società di trasporti Contram che, grazie anche all’intervento della Regione Marche, riuscirà a garantire il trasporto della totalità dei nostri 830 alunni, provenienti da 40 comuni diversi.  

Un ringraziamento va anche alla provincia di Macerata, che è intervenuta tempestivamente con i lavori di adeguamento di alcuni spazi del polo scolastico, una splendida struttura oggetto nei prossimi mesi di altri importanti interventi di ampliamento e miglioramento che porteranno alla costruzione di una nuova palestra, un auditorium, un ampio parcheggio e due nuovi ingressi.

Infine, un ringraziamento speciale al personale della scuola (vice preside e docenti dello staff di presidenza, personale tecnico-amministrativo, collaboratori scolastici, RSPP, RLS, medico competente) e chiunque si sta adoperando per riprendere in sicurezza, nel rispetto delle norme ministeriali, il nuovo anno scolastico.

Un sereno e proficuo Anno Scolastico a tutti voi.

Camerino, 11 settembre 2020

IL DIRIGENTE SCOLASTICO
prof. Francesco Rosati